L'impegno

accogliere in uno spazio familiare donne e madri che attraversano momenti di rischio e di disagio

Promuovere

la loro autonomia per mezzo di consulenze e di corsi di formazione.

Maria Schiratti Toniolo

La Casa della giovane di Pisa porta il nome di Maria Schiratti Toniolo

Ente Morale ACISIF

L’immobile è di proprietà dell’Ente Morale ACISIF, che ha sede a Roma e consiste in una villa di 3 piani con giardino, che mette a disposizione 5 camere con relativi servizi per 5 nuclei madre-bambino

Destinatari

Nella Casa possono essere accolti 5 nuclei madre-bambino/i, preferibilmente con figli da zero a 6 anni.

L'accesso

L’accesso avviene mediante richiesta di ammissione fatta dai Servizi Sociali ed enti territoriali e non.
L’ACISJF di Pisa di oggi.

L’ACISJF di Pisa è un’ONLUS e l’Associazione svolge servizio di accoglienza in casa famiglia.
La Casa della Giovane  comprende, oltre ai vani per lo staff residente e gli spazi comuni, cinque ampie camere singole, quattro delle quali con servizi igienici indipendenti. Nella casa possono essere accolti cinque nuclei madre-bambino, preferibilmente con figli da zero a sei anni.
L’accoglienza è riservata a donne sole e che vivono momenti di rischio e di disagio per cause economiche, sociale e/o familiari e a donne che hanno bisogno di tutela nel periodo della gravidanza e durante i primi anni di vita del figlio.
Le persone accolte devono essere autonome e l’accesso alla casa avviene mediante la richiesta dei Servizi Sociali e di Enti territoriali.
La Casa della Giovane è situata in vicinanza di servizi sociali e d’istituti scolastici, ossia in posizione favorevole per le necessità delle destinatarie dell’accoglienza.

Lo staff della Casa della Giovane  comprende un Coordinatore educativo, un Operatore Socio-Sanitario e quattro consulenti esterni (neonatologo, pediatra, psicologo e nutrizionista). Inoltre la Casa è aperta ai volontari, ai giovani in servizio civile e ai tirocinanti in scienze sociali.
Il Comitato ACISJF e lo staff della casa operano in sinergia per proteggere le ospiti e per promuoverne la loro autonomia per mezzo di consulenze, di corsi di formazione e di corsi per l’apprendimento di un mestiere.